Prevenzione

La pelle dei bambini deve essere protetta dal sole, ma attenzione anche al sudore

Il sole è vita, porta molti benefici donando al nostro organismo la vitamina D. Quando la nostra pelle è esposta agli UVB ovvero i raggi emessi dal sole, si produce vitamina D, elemento indispensabile per le nostre ossa e fondamentale per il mantenimento della forza muscolare. Per queste ragioni è indispensabile che anche i bambini ne facciano incetta senza però dimenticare che la loro pelle è delicata e deve essere protetta prima di ogni esposizione solare. “E’ importante proteggere la pelle dei bambini prima di esporli al sole – ha confermato la dottoressa Silvia Pugliarello dermatologa della Clinica San Francesco – ma non bisogna esagerare. E’ sufficiente che la pelle sia protetta con una crema solare ad alta protezione senza coprire il corpo del bambino anche con indumenti.

La pelle del bambino deve nutrirsi di sole”. Altro elemento indispensabile quando i bambini si espongono al sole è coprire il capo con un cappellino evitando le ore più calde e privilegiando la mattina presto, prima delle 10.30 e le ore del tardo pomeriggio a partire dalle 17. La pelle dei bambini è davvero così delicata che d’estate il vero nemico può diventare il sudore. Accade spesso infatti che i bambini, a causa del caldo e quindi del sudore, si ricoprano di piccoli puntini rossi che causano molto prurito. Si tratta di “sudorina” o “sudamina”, un’infiammazione della pelle causata dal sudore che ostruisce i pori delle ghiandole sudoripare. E’ un disturbo diffuso e innocuo che si manifesta nei bambini piccoli e spesso anche nei neonati. “L’iperattività delle ghiandole sudoripare provoca lesioni simili all’orticaria molto fastidiose, vescichette piuttosto pruriginose che possono essere trattate con creme cortisoniche ma non necessariamente. – ha spiegato la dottoressa Pugliarello – E’ importante svolgere un’ attività di prevenzione che spesso si rivela sufficiente anche quando il problema si è già presentato, la sudorina scompare nel giro di qualche giorno e si può manifestare in diverse parti del corpo compreso il viso. Basta osservare piccole e semplici regole per alleviare il fastidio come: bagni tiepidi con aggiunta di amido di riso per alleviare e rinfrescare la pelle, indossare abiti leggeri soprattutto in cotone così da contrastare il sudore e lenire il senso di prurito, cambiare spesso il pannolino per garantire una corretta traspirazione della pelle, evitando ristagni umidi, e infine mantenere l’ambiente fresco e ventilato così da evitare di intensificare l’effetto della sudamina”.

Silvia Pugliarello

Dermatologa

Aree mediche e di ricerca: Dermatologia

Specializzazione: Dermatologia

Scrivi un commento

Clicca qui per postare un commento