Clinica San Francesco Verona – Info

Hai un dubbio su una patologia oppure vuoi chiedere informazioni su un intervento o una visita specialistica?

Visita il sito della Clinica
Prevenzione

Agopuntura per dimagrire: un nuovo strumento per combattere l’obesità

agopuntura-per-dimagrire

L’obesità è ormai universalmente riconosciuta come fattore di rischio per diverse malattie croniche ed anche in Italia i numeri parlano di un incremento significativo della condizione.

La situazione obesità in Italia

Nel nostro paese, secondo gli ultimi dati rilasciati dal rapporto “Osservasalute” più di un terzo della popolazione adulta, ovvero il 35,3%, è in sovrappeso mentre una persona su dieci è obesa. Di recente L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato che ormai nel mondo gli obesi sono oltre i 2 milioni di persone.

Patologia diffusa nella società occidentale, dove abitudini alimentari scorrette unite a sedentarietà vedono di anno in anno una crescita del fenomeno soprattutto nei bambini.

Le cause dell’obesità

È nota la matrice genetica dell’obesità, ma non è certo l’unica causa, infatti, come già chiarito una alimentazione squilibrata, una vita sedentaria unite a disturbi psicologici quali la fame emotiva, possono portare a soffrire di questo disturbo.

L’obesità è un disturbo che può essere affrontato da una équipe medica multidisciplinare che racchiude al suo interno professionisti quali un nutrizionista, uno psicoterapeuta e un agopuntore.

Agopuntura e dimagrimento: la parola all’esperto

L’agopuntura è una disciplina medica orientale che utilizza come campo d’azione sia a scopo diagnostico che terapeutico, il corpo o il padiglione auricolare e si basa sul principio secondo il quale sull’orecchio esiste la mappa dell’intero organismo.

Per conoscere più da vicino questa forma di terapia, ma soprattutto come viene utilizzata per combattere l’obesità, abbiamo chiesto alla dottoressa Giorgia Oriolesi, medico anestesista specializzata in agopuntura della Clinica San Francesco, di fare un po’ di chiarezza rispetto ad una disciplina e quindi ad una metodica che ha origini antichissime ma che viene in molti casi erroneamente percepita come effetto placebo.

Come agisce l’agopuntura e quali sono i suoi effetti?

L’agopuntura, anche per il dimagrimento, agisce a partire dai recettori nervosi nei quali vengono infissi particolari aghi in determinate zone definite agopunti.

L’infissione dell’ago interessa oltre al piano cutaneo e sottocutaneo anche i muscoli e si arresta in prossimità di tronchi vascolo-nervosi. Alla stimolazione prodotta dall’ago a volte viene aggiunta una stimolazione termica o elettrica.

La ricerca di base ha permesso di individuare i principali effetti di questa terapia:

  • Vasomodulatore e trofico, che regolando la circolazione sanguina nei diversi distretti corporei , ristabilisce un corretto trofismo tissutale
  • Antinfiammatorio e di regolazione del sistema immunitario
  • Antalgico, che si estrinseca a tre livelli: midollare, mesencefalico ed ipofisario, attraverso la secrezione di neuromediatori 
  • Decontratturante-antispastico, che provoca il rilasciamento della muscolatura somatica e viscerale, utile nella terapia di numerose patologie dolorose (lombalgia acuta, coliche addominali…)
  • Ansiolitico-antidepressivo e di modulazione dello stress, grazie all’azione dell’agopuntura a livello del sistema limbico e della corteccia cerebrale e della regolazione della secrezione documentata di numerosi neuromediatori (endorfine, serotonina, GABA…) implicati nei processi mentali
  • Regolazione neuro-ormonale, attraverso l’asse ipotalamo-ipofisario- ghiandole endocrine, il quale rende possibile il controllo dell’omeostasi

Rispetto al disturbo dell’obesità come agisce il trattamento con l’agopuntura?

Gli aghi impiegati per l’agopuntura e per la stimolazione auricolare rispetto al trattamento integrato dell’obesità, migliorano nel paziente l’adesione alla restrizione dietetica ed ottimizzano il risultato della dietoterapia.

La stimolazione auricolare e l’agopuntura per dimagrire agiscono sul comportamento alimentare del paziente obeso:

  • Rimodulando le sensazioni di fame e sazietà;
  • Intervenendo sugli aspetti psicologici e psicopatologici del comportamento alimentare:
    1. Effetti psicologici della restrizione dietetica (Ansia, alterazioni del tono dell’umore, Aggressività/Irritabilità/Ostilità)
    2. Fame emotiva
    3. Craving (desiderio compulsivo di un particolare tipo di cibo)
    4. Binge Eating – BE (Abbuffata Compulsiva – episodi di iperalimentazione incontrollata)
    5. Grazing Grignottage (Mangiucchiamento)

La stimolazione dei punti auricolari avviene attraverso particolari microcorrenti elettriche, con sferette metalliche, semi di vaccaria o micro-aghi a semipermanenza che vengono lasciati in situ per un periodo compreso tra i 7/15/30 giorni, secondo una metodica non invasiva e completamente indolore.

È importante sottolineare che nel caso di un paziente obeso, l’agopuntura può aumentare le aspettative di un ottimo risultato anche grazie alla combinazione di schemi terapeutici nutrizionali personalizzati e terapia psicologica. 

*Fonte dati: “Osservasalute” 2016 realizzato dall’Osservatorio Nazionale sulla Salute nelle Regioni d’Italia.